Pubblicato il Lascia un commento

Le 5 migliori varietà di cannabis per produrre hasish

hashish

L’hashish è di gran lunga uno dei prodotti a base di cannabis più iconici esistenti, con consumo e produzione che risalgono alla storia umana. L’hashish è fondamentalmente un concentrato di cannabis con una tradizione molto antica, che può essere prodotto in molti modi. Puoi produrre hashish più viscoso, o simile al charas, semplicemente strofinando i fiori di cannabis tra le mani. Il kief, che ha una consistenza più polverosa, può essere raccolto dai fiori essiccati durante il processo di macinazione e pressato in grandi blocchi. Indipendentemente da come lo fai, l’hash offre quasi sempre uno sballo chiaro, lucido ed euforico.

Ecco 5 varietà ricche di resina con le quali puoi creare il tuo prossimo lotto di hashish premium.

GORILLA REALE

La Royal  Gorilla è una varietà di cannabis incredibilmente potente, il che la rende una scelta perfetta per produrre un hashish davvero intenso. La Royal  Gorilla offre un perfetto equilibrio di genetiche 50% sativa e 50% indica. È il frutto dell’amore delle varietà madri Sour Dubb, Chem Sis e Chocolate Diesel. Questo progetto di ibridazione ha prodotto una varietà con livelli di THC raramente visti prima, che hanno raggiunto il 27%. I fiori del  Royal GorillaSono infusi con resina psicoattiva, che li rende perfetti per creare a mano un hashish incredibile e di prim’ordine. Il suo effetto è rilassante ed edificante, poiché i cannabinoidi e i terpeni contenuti nella varietà lavorano per rilassare il corpo e risvegliare la mente. Per finire,  Royal Gorilla offre aromi e sapori molto intensi, terrosi e di pino.

Royal  Gorilla prospera sia all’interno che all’esterno. Indoor, ti darà raccolti tra 500-550g/m² e raggiunge altezze fino a 160cm. Le piante all’aperto diventeranno un po’ più alte, fino a 170cm e ti daranno raccolti di circa 600g per pianta. Ha un periodo di fioritura di 8-9 settimane e le piante all’aperto sono generalmente pronte per essere raccolte a metà ottobre.

OG KUSH

La OG  Kush è un’altra grande varietà da considerare per la produzione di hashish. Offre effetti potenti, sapori molto ricchi e buoni raccolti. La OG Kush è una donna a predominanza indica con una composizione genetica del 75% indica e del 25% sativa . Questo rapporto si traduce in un effetto principalmente lapidato che rilasserà il tuo corpo. È un’erba perfetta da fumare al termine di una giornata lunga e stressante, per calmare il sistema nervoso e indurre un sonno ristoratore. I fiori della  OG KushContengono il 19% di THC, che si traduce in effetti molto soddisfacenti senza essere troppo intensi. Questa varietà è il risultato dell’incrocio tra le varietà progenitrici Chemdawg, Lemon Thai e Pakistani Kush. Il profilo terpenico della sua resina si traduce in sapori e aromi di agrumi, pino e frutta. Per finire, l’hash prodotto con questa varietà, oltre ad essere abbastanza calmante, è delizioso.

La OG  Kush cresce bene sia indoor che outdoor, preferendo climi miti. Le piante indoor possono produrre tra 425-475g/m² e raggiungere altezze comprese tra 90-160cm. Le piante da esterno, invece, possono produrre fino a 550g per pianta e crescere fino a 220cm. La OG  Kush ha un periodo di fioritura di 7-9 settimane, con piante outdoor pronte per essere raccolte durante il mese di ottobre.

GHIACCIO

La ICE  è una varietà molto apprezzata tra i coltivatori di hashish a causa della sua massiccia popolazione di tricomi Infatti, deve il suo nome a questo tratto, ereditato dall’Indica Crystal Extreme. GHIACCIO  è stata creata come parte di un progetto di ibridazione che ha coinvolto ceppi parentali leggendari come Afghan, Northern Light e Skunk. Il risultato è stato un ceppo a predominanza indica super potente, con il 90% di genetica indica e solo il 10% di sativa. Questa bestia indica produce fiori compatti e densi che brillano per la quantità di tricomi che contengono. Enormi quantità di hashish possono essere prodotte strofinando i fiori su un setaccio o raccogliendo tricomi macinando le cime essiccate. L’effetto di questo hashish è un forte effetto fisico che ti terrà incollato al divano con un appetito famelico. Ogni sfoglia sarà accompagnata da deliziosi sapori di spezie, erbe aromatiche e menta. I fiori ICE contengono il  18% di THC.

Le piante indoor producono raccolti di circa 400-450g/m² e raggiungono altezze di 80-120cm. Le piante da esterno ti daranno tra 500-550 g per pianta e cresceranno un po’ di più, fino a 2 m. ICE preferisce i climi temperati  e ha un periodo di fioritura di 8-10 settimane. Le piante da esterno saranno pronte per essere raccolte nel mese di settembre.

regina dei sorbetti

Sherbet Queen è  una pianta a predominanza indica che è semplicemente carica di sensazioni fruttate. Gli odori e i sapori di questa regina sono così pervasivi che la rendono una pianta molto ambita per la produzione di hashish. La miscela di questi sapori, con un effetto euforico, ve lo farà ricordare per sempre. Ma non c’è da meravigliarsi se una varietà racchiude così tanta qualità, considerando che discende da Girl Scout Cookies. La Sherbet Queen è  per l’85% genetica indica, una caratteristica che si manifesta perfettamente nei suoi effetti. Alcuni buoni tiri di questa varietà si tradurranno in un rilassamento totale, un effetto “cat catcher” e una sensazione di assenza di stress.

La Sherbet Queen è  una varietà relativamente facile da coltivare e non richiede molta attenzione. Produce buoni raccolti e cresce bene sia indoor che outdoor. Le piante da esterno saranno pronte per essere raccolte tra la fine di settembre e l’inizio di ottobre.

VEDOVA BIANCA

White Widow  è un nome familiare nel mondo della cannabis. Questa pluripremiata varietà è avvolta nel mistero poiché le sue origini esatte devono ancora essere confermate. Tuttavia, ciò che si sa è che questa varietà è piuttosto un classico olandese e che è stata coltivata per la prima volta in Olanda. La leggenda narra che  White Widow sia nata in natura come una razza autoctona del Brasile, ed è stata impollinata in modo incrociato da un ibrido indica proveniente da una regione dell’India meridionale. La varietà raggiunge un equilibrio perfetto, con il 50% di genetiche indica e il 50% di genetiche sativa. Questo lo rende ideale per produrre hashish che stimola la mente e rilassa il corpo. Questa varietà presenta un contenuto di THC del 19% insieme a livelli medi di CBD. Ogni colpo è intriso di sapori di terra e pino.

La White  Widow può essere coltivata indoor e outdoor, dando ottimi risultati in entrambi gli ambienti. Le piante indoor produrranno raccolti di circa 450-500g/m² e raggiungeranno altezze di 60-100cm. Le piante da esterno ti daranno fino a 600 g per pianta e cresceranno fino a un massimo di 190 cm. Ha un periodo di fioritura di 8-9 settimane e le piante da esterno saranno pronte per essere raccolte a fine ottobre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.